purgatorio

In Cantica il medioevo fantastico di Dante è rappresentato attraverso immagini allegoriche di grande suggestione. Corpi nudi s’intravedono tra le maglie di grandi tessuti semitrasparenti, una grande gonna bianca e leggerissima si libra nell’aria magicamente, palloni bianchi volanti creano l’architettura di uno spazio ultramondano: quello del Purgatorio è il mondo ‘arredato’ dall’homo-faber. I danzatori agiscono nello spazio per mezzo di attrezzi di scena: le scale di Escher appaionodal soffitto coi danzatori che camminano rovesciati a testa in giù.
I danzatori agiscono in un mondo sofisticato ed elegante,in atmosfere barocche immaginifiche.
Fanno da sfondo i grandi classici della musica: da Bach a Mozart, da Vivaldi a Satie, con piccole incursioni nel contemporaneo con autori come Xenakis.

Back to top